Caspe

5. Con le caspe al Monte Punta

Itinerario non troppo lungo ma faticoso e ripido nella parte finale che regala però uno dei migliori panorami della Val di Zoldo visti dal punto più centrale della valle, non a caso soprannominato "Ombelico di Zoldo".

Si parcheggia nel grazioso paese di Costa e da qui si segue la strada forestale (497) fino al passo del Tamai, da dove si apre la vista sopra il Cadore e Zoppé. Da qui, si continua per sentiero (499) dapprima in cresta poi ripido nella parte finale, fino alla cima.

In discesa (o in salita), se le condizioni della neve sono favorevoli, è possibile seguire il sentiero 496 che da La Forzela porta diretto in paese.

 

Si può salire anche dal cimitero di Zoppé di Cadore seguendo una strada forestale fino al passo del Tamai e da qui come per l'itinerario precedente in cima. Come per l'itinerario precedente c'è la possibilità di "tagliare" dalla casera di Bragarezza a la Forzela seguendo il sent. 496 (verificare le condizioni della neve).
La salita da questo versante è un po' più ombrosa.

 

Altra interessante variante (un po' più corta della cima del Punta) e quella di raggiungere la cima del Col Grant, posta sopra il passo del Tamai. Dal passo si continua a seguire in salita la pista forestale che va in direzione monte Pelmo (opposta alla precedente) fino a raggiungere una selletta. Da qui si prende un sentierino (direzione Punta - sud) che in breve per una bella crestina porta alla cima.

 

Con poca fatica da Costa è possibile andare a visitare lo storico Mas di Sabe in posizione particolarmente incantevole.

 

Per praticare le escursioni invernali, consultare sempre il bollettino meteo e lo stato del manto nevoso. Ricordiamo che dal 1° gennaio 2022 è in vigore la nuova normativa che prevede l’obbligo di dispositivi di autosoccorso (artva – pala e sonda) per chiunque pratichi attività escursionistiche in ambienti innevati particolarmente esposti a probabili movimenti valanghivi.


Difficoltà: Media - Verificare sempre le previsioni meteo e lo stato del manto nevoso (Arpa meteo)
Lunghezza: 3,5 km / 4,4km (A)
Tempo di precorrenza: 4-5 h AR
Quota: 1952 m
Dislivello: 550 m / 650m
Terreno: Neve fresca su fondo sterrato / su sentiero CAI
Gruppo Dolomitico: Monte Punta
Partenza: Costa (1425 m) / Cimitero di Zoppè di Cadore (1300 m)
Arrivo: Monte Punta (1952 m)
Frequentazione: Media


Condividi

Val di Zoldo ti aspetta

Inverno

Sci alpinismo Col de la Puina

Difficoltà: MSA - Verificare sempre le previsioni meteo e lo stato del manto nevoso (Arpa meteo)
Tempo di precorrenza: 3-4 h (salita e discesa/ ascent and descent)
Quota: 2253 m
Dislivello: 600 m

9. Con le caspe da Pecol alla Baita Cristelin

Difficoltà: Facile
Tempo di precorrenza: 2/3 h (A/R)
Quota: 1607 m
Dislivello: 230 m

8. Con le caspe al Rifugio Città di Fiume

Difficoltà: Facile - Verificare sempre le previsioni meteo e lo stato del manto nevoso (Arpa meteo)
Tempo di precorrenza: 2/3 h A/R
Quota: 1918 m
Dislivello: 250 m

Sci alpinismo Forca Rossa

Difficoltà: BSA - Verificare sempre le previsioni meteo e lo stato del manto nevoso (Arpa meteo)
Tempo di precorrenza: 4-5 h
Quota: 2700 m
Dislivello: 1000 m

13. Con la caspe in Val Pramper

Difficoltà: Facile (ma molto lungo)
Tempo di precorrenza: 5-6 h (A/R)
Quota: 1540 m
Dislivello: 700 m