Salite e discese

Dolomiti Extreme Trail 2014 lascia il segno!

Che cosa si prova nel vedere in un sol colpo l’intera Val di Zoldo in tutta la sua bellezza? Chi ha partecipato alla corsa Dolomiti Extreme Trail lo scorso 7 giugno lo può dire. Extreme Trail non è solo una gara, è vivere le Dolomiti in un modo assolutamente unico, sentire il sole sul viso, il fresco della neve nei punti più ombreggiati, la roccia, il vento dei ghiaioni, il verde letto del sottobosco, tutto in una sola giornata, percorrendo un itinerario lungo 53 chilometri che costeggia la valle. Lasciare il segno, com’è riportato nel motto del Trail, non significa necessariamente vincere, ma anche soltanto prendere parte a questa esperienza indimenticabile.

 

 

(I vincitori con gli organizzatori Paolo Franchi e Corrado De Rocco – Dolomiti Extreme Trail 2014)


Lo spirito di questa corsa, carica di adrenalina, emozioni, gambe e sudore, è quello di raggiungere il traguardo, non importa se ultimi o primi, ma di concludere la propria sfida. A dirlo sono i corridori, che con le loro parole di entusiasmo, un po’ affannate dopo la grande fatica, hanno espresso tutta la loro felicità per essere arrivati alla fine di questo carosello di colori e sensazioni. Mi ha colpito particolarmente il commento di Federica Boifava, vincitrice tra le donne e quindicesima assoluta:

 

Datemi un paio di scarpe per correre, le Dolomiti, la neve (in discesaaaaa!!!) il cielo trasparente…e ve la trovo, si, la risposta alla domanda ‘ma la felicità esiste?(un SI’ non basta: DXT)” (tratta dalla pagina Facebook Dolomiti Extreme Trail).

 

 

(Federica Boifava – primo posto femminile – Dolomiti Extreme Trail 2014)


Più di 500 iscritti provenienti da 36 Paesi diversi, tra cui Singapore, Finlandia, Australia, Israele, Russia e Stati Uniti. Un grande mix di culture, è anche questo il bello, come lo sport unisce e crea nuove vie di scambio e comunicazione. Persone di realtà differenti, tutte colpite dagli straordinari paesaggi delle Dolomiti, prese dall’entusiasmo e dal bisogno di scoprirle. Per alcuni giorni la Val di Zoldo è stata, come possiamo dire, l’ombelico del mondo?

 

Per noi zoldani Dolomiti Extreme Trail significa anche collaborazione e armonia, nella realizzazione di una grande festa, da parte dei singoli volontari, delle varie associazioni, delle scuole, degli organizzatori e dello staff… tutti presenti, tutti uniti per la riuscita di uno degli eventi più importanti della valle. Tra la commozione di alcuni e la voglia di far conoscere Zoldo trasmettendo l’amore verso il proprio territorio.

 

 

(Il monitor collocato all’interno del DXT center che ha proiettato “Immersioni con gli scarponi”)

 

E ora…. i vincitori del 2014:

 

Classifica generale: 1 Da Pit Fulvio 05h58’22” 2 Kabicher Michael 06h00’28” 3 Dippacher Matthias 06h23’44”

Primi posti femminili: 1. Federica Boifava 7h07’03” 2. Emilie Lecomte 7h56’12” 3. Stefania Zanon 7h58’55”

 

Alla prossima sfida!

…lascia il segno!




Condividi

Val di Zoldo ti aspetta

Primavera

Via ferrata Costantini

Difficoltà: Molto difficile, lunga e faticosa
Tempo di precorrenza: 9-10 h A/R
Quota: 2660 m
Dislivello: 900 m

Il bosco secolare

Difficoltà: Facile, per famiglie
Tempo di precorrenza: 1 h 30 min.
Quota: 1.065 m
Dislivello: 176 m

Via ferrata degli Alleghesi

Difficoltà: Vedi descrizione
Tempo di precorrenza: 6-8 h (up/down; salita e discesa)
Quota:
Dislivello: 1100 m

Il giro dei Mas

Difficoltà: Facile per famiglie
Tempo di precorrenza: 2 h 10 min
Quota: 1.473 m
Dislivello: 325 m

Il paese dei silenzi Sottorogno, Pradel, Foppa

Difficoltà: Facile, per famiglie
Tempo di precorrenza: 40 min
Quota: 1.018 m
Dislivello: 87 m