Questo sito utilizza Cookie per migliorare servizi e informazioni. Continuando la navigazione o cliccando OK si accetta l'utilizzo. Informativa Cookie | OK
Ciaspolando senza impegno sulla strada delle Loche
Ciaspolare senza impegno lungo la strada delle Loche.

Siccome uno dei percorsi da racchette da neve più facili in assoluto è il giro delle malghe nella zona del Passo Staulanza, inizio così la mia stagione delle ciaspe, o “caspe” in zoldano, con una passeggiata semplice semplice.
Si parte dal tornante che precede il Passo Staulanza: da lì comincia la strada che raggiunge malga Fontanafredda e Vescovà. La neve sembra già bella battuta, proseguo fino al bivio per le due malghe e scelgo quasi per caso Vescovà.  La neve è compatta e scricchiola sotto le ciaspe. Continuo immergendomi in un’ombra blu, come se il cielo stesso si fosse sciolto sulla neve.

Prima di arrivare alla malga, sulla sinistra, vedo delle tracce di sci e impronte di scarponi. Deve essere la “strada delle Loche” inaugurata lo scorso autunno, chiamata anche “strada dei laghetti”. D’inverno si possono solo intravedere i contorni dei numerosi laghetti che la costeggiano e l’abbelliscono: se decido di uscire di strada devo fare un pochino più attenzione. Mi inoltro un po’, senza impegno, la giornata è limpida, la camminata piacevole e non ho programmi…
 
D’inverno la strada è una bella e chiara via innevata nel bosco, che a un certo punto, se si continua raggiunge le piste di fondo di Palafavera. Non vedo l’ora di scoprirla anche d’estate!
Torno indietro, non prima di una breve sosta su una panchina vista Pelmo.
 
Anche un itinerario che ben conosci può riservare sempre delle belle sorprese...
Info
Consorzio Val di Zoldo turismo
32012 Val di Zoldo - BL
Tel. +39 0437 789145
Tel. +39 0437 787349
turismo@valdizoldo.net